Incubatoio di Mattie

L’incubatoio  si trova in Regione Giordani di Mattie. Per informazioni si può contattare Caffo Secondino al numero 0122-49733 oppure Prat Gian Piero al numero 0122-622530 L’impianto è gestito dalla Associazione Dilett..Pescatori Val Susa - Via Martiri della Libertà, n.1 – 10040 Caprie

Il nostro Consiglio di Valle è stato costituito il 14 marzo 1981; è dotato di uno Statuto, rivisto a dicembre 2009, che prevede possano aderire tutte le Sezioni Operative esistenti nel bacino della Dora Riparia , tutti gli appartenenti alle stesse nonché singoli pescatori. Siamo iscritti all’albo delle Associazioni ed abbiamo un nostro rappresentante nella Consulta Provinciale di Torino sulla Pesca. La nostra missione quella di divulgare lo sport della pesca sportiva,organizzare i pescatori, collaborare con gli Enti Pubblici per l’incremento e la salvaguardia della fauna ittica, curare i ripopolamenti, proteggere e salvaguardare l’ambiente e naturalmente i fiumi. A tale scopo il Consiglio di Valle gestisce due incubatoi ittici finanziati dalla Provincia di Torino; gli impianti garantiscono i ripopolamenti di tutta la Valle Susa dai confini con la Francia sino alle porte di Torino.
L’incubatoio di Mattie, già ubicato in regione Giordani , dall’aprile 2011 è stato sostituito e rilocalizzato in Via Torino. L’incubatoio, anch’esso finanziato dalla Provincia di Torino, è di proprietà del Comune di Mattie che l’ha affidato alla nostra Associazione per la gestione. In questo impianto la produzione avviene partendo dalla spremitura di fattrici catturate nel bacino della Dora Riparia e l’immissione del materiale prodotto può avvenire solo nello stesso bacino. Può produrre fino a 300.000 trotelle l’anno. Una particolare attenzione è rivolta al recupero della trota mormorata, unica specie sicuramente autoctona e ben presente da Condove a Torino. E’ dotato di vasche rettangolari in inox per la schiusa delle uova, 4 vasche esterne in vetroresina per l’accrescimento degli avannotti e due vasche rettangolari in cemento per la stabulazione dei riproduttori. E’ alimentato da acque risorgive che hanno una temperatura che non super 6-8°.
Promuoviamo incontri con le scuole per sensibilizzare i giovani sui problemi dell’ecosistema acquatico e diffonderne il rispetto. Significativa ad esempio l’iniziativa con le scolaresche di Mattie che dopo aver assistito al procedimento di spremitura dei riproduttori e fecondazione delle uova hanno deciso di adottare una vaschetta con 1000 uova embrionale che cureranno sino alla schiusa ed alla immissione nelle acque della Dora.